martedì 26 giugno 2012

Un invito a cena "total white"

Il 7 giugno 1784 Maria Antonietta venne informata che il re di Svezia, Gustavo III, le avrebbe fatto visita ed in fretta e furia dovette organizzare un accoglienza degna di un grande sovrano straniero. La stagione era davvero propizia pertanto si optò per una festa campestre che si sarebbe tenuta nel suo adorato Petit Trianon.


 Foto via  madameguillotine.org.uk  Nikklas Lafrensen le Jeune of the fête given by Marie Antoinette at the Petit Trianon on Monday, 21st June 1784 in honour of Gustave III, King of Sweden



Fissata la data del 27 giugno, ci si preparò ad allestire il tutto. La serata comprendeva diversi eventi tra cui una rappresentazione nel piccolo Theatre de la Reine di un testo di Marmontel, musiche del famoso compositore e amico della Regina, Gretry, balletti ed infine una cena.

La particolarità di questa cena campestre, allestita all'interno di vari padiglioni posizionati nel delizioso Jardin Anglaise fastosamente illuminato per l'occasione, era quella dell'abbigliamento.

La regina infatti impose a tutti i partecipanti un preciso e raffinato dress code: per essere ammessi alla festa bisognava essere vestiti completamente di bianco.

L'effetto doveva essere quello di partecipare ad una festa nei Campi Elisi, con chiaro riferimento alla Danza degli Spiriti di Gluck e ritrovarsi immersi in un ambiente fiabesco e onirico.

Maria Antonietta amava molto organizzare questi eventi e dedicava grande sforzo ed energia all'allestimento, sovraintendendo personalmente e curando anche il minimo dettaglio.

Ecco come il conte di Fersen, grande amico del re di Svezia e della Regina, racconta in una lettera alla sorella quella magnifica serata:

"..Si è cenato nei padiglioni del giardino e dopo cena il Giardino Inglese fu illuminato. Era un perfetto incanto. La regina ha permesso alle persone oneste che non erano state invitate a cena, di passeggiare liberamente per il giardino e aveva fatto sapere che bisognava venire vestiti di bianco e ciò formava un vero spettacolo da Campi Elisi. La Regina non si è voluta mettere a tavola ma ha fatto gli onori  come la più onesta delle padrone di casa. Parlò a tutti gli svedesi e si occupò di loro con cura ed attenzione estreme. Vi era tutta la Famiglia reale, le cariche di corte, le loro mogli, i capitani delle guardi del corpo, i capi delle altre truppe della Maison du Roi, i ministri e l'ambasciatore di Svezia (M. de Stael). La principessa di Lamballe fu la sola principessa del Sangue presente, la regina aveva escluso tutti i principi poichè il re era scontento di loro..."
(Grazie infinite ad Alessandro Sabaini per aver rintracciato la lettera)

Queste feste dovevano essere davvero spettacolari e uniche e sarebbe davvero bello poterle rivivere anche ai giorni nostri.


D'estate a Versailles si organizzano diversi eventi , uno più spettacolare dell'altro, se vi ricordate ne avevamo parlato qui.
Se invece volete sapere come dev'essere partecipare ad una serata total white, dopo l'esperimento tenutosi gli anni scorsi in città come Parigi o San Francisco e la stessa Versailles, sappiate che il prossimo 5 luglio si terrà finalmente in Italia, ed esattamente a Torino,  la Cena in Bianco.


Cos'è la Cena in Bianco? E' un flash mob, un raduno spontaneo di persone che munite di tavolo da pic nic, piatti di porcellana e cibi gustosi si ritrovano in location da sogno e iniziano a banchettare sotto le stelle.
Ci si iscrive tramite mail cenainbiancotorino@gmail.com e solo all'ultimo minuto vengono svelate le varie location. Per ora si sa solo che la prossima tappa sarà Torino il prossimo 5 luglio.


Ecco le regole per partecipare:

1. Iscriversi mandando una mail a cenainbiancotorino@gmail.com
2. Rispettare cura e pulizia del luogo pubblico che ci ospiterà
3.Rispettare il codice estetico del total-white
4. Ogni partecipante deve divulgare l'iniziativa il più possibile

Per darvi un'idea guardate le magnifiche immagini degli eventi che si sono tenuti in passato





















Per tutte le info vi segnalo i blog delle ragazze di French & Bon Ton e di altri blog amici

Simonetta di About Garden 
Claudia di I sogni di Claudette 

E il numerosissimo gruppo su Facebook
Che ne dite?? Andiamo "in bianco"?;-)



mercoledì 6 giugno 2012

God save the Queen: i festeggiamenti per il Giubileo di Diamante della Regina ElisabettaII

Anche se avevamo già anticipato l'argomento in un post precedente che ripercorreva i momenti più belli del regno di Elisabetta II, dopo questa magnifica e storica 3 giorni di festeggiamenti ininterrotti non potevo non dedicare un post a quella che per me è l'ultima grande Regina. Clicca Qui

Ebbene si la Regina Elisabetta II ha tagliato il traguardo che solo la sua antenata Vittoria aveva raggiunto: i 60 anni di regno. Vista la straordinarietà dell'evento, la sua Londra ha deciso di renderle omaggio con dei festeggiamenti che ricordano moltissimo le grandi manifestazioni dei secoli passati.

Foto from zengardner.com

Il tutto è cominciato domenica 3 giugno con il per Royal River Pageant quando una flotta di oltre mille imbarcazioni ha solcato le acque del Tamigi in mezzo a due lunghissime ali di folla accorse da tutto il regno per assistere all'evento. Per l'organizzazione ci si è ispirati addirittura ad un dipinto del Canaletto e quando l'imbarcazione della Regina,  The Spirit of Chartwell,  addobbata in rosso ed oro ha iniziato la sua navigazione per un attimo è sembrato di rivivere i fasti delle manifestazioni della sua antenata Elisabetta I.

Per chi fosse interessato ho approfondito l'argomento anche sull'altro mio blog dedicato a Kate Middleton e al suo stile:
per leggere il post sulla parata Royal River Pagenat Clicca Qui
per leggere il post sul concerto e il resto dei festeggiamenti Clicca Qui


Reuters from Dailymail.com




Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com
Foto from Dailymail.com
Tre lunghe ore di navigazione con vento e pioggia non hanno scalfito lo spirito della Regina che per tutta la durata della parata è rimasta in piedi di fianco ai membri della Famiglia Reale appoggiando solo uno scialle bianco sopra all'elegante abito firmato dalla sua stilista Angela Kelly ed impreziosito da cristalli Swarowski.

Lunedì 4 giungo 

E' stato il giorno del grande Concerto davanti a Buckingham Palace: artisti di primissimo livello si sono alternati sul grande palco costruito attorno al monumento alla Regina Vittoria ed hanno allietato il milione di persone accorso all'evento. Sir Elton John, Paul McCartney, Annie lennox, Stevie Wonder, Robbie Williams e il patron dell'evento Gary Barlow hanno omaggiato la regina con uno spettacolo che ha toccato l'apice col commovente discorso del principe Carlo dedicato alla sua "Mummy" e con lo spettacolo pirotecnico che ha illuminato la notte londinese e visibilmente emozionato la Regina

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com

Unico neo di questa magnifica serata, l'assenza del Principe Filippo marito di Elisabetta, ricoverato nel pomeriggio per un'infezione.

                                    Qui potete vedere il video del discorso del Principe Carlo

                                       

Ieri 5 giugno, ultimo giorno di festeggiamenti, si è aperto con una messa di ringraziamento nella cattedrale di Saint Paul.
Curiosità: per l'occasione la regina ha sfoggiato sopra all'elegante abito verde menta firmato sempre Angela Kelly anche una delle sue spille più preziose "la Cullinan" di cui avevamo ampiamente parlato nel post dedicato ai gioielli della Corona e ai diamanti più preziosi del mondo

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com

Seguito da un pranzo di gala a Guildhall dopo il quale la Famiglia Reale ha raggiunto Buckinghma Palace in carrozza

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com

Ad attenderla un vero e proprio fiume umano di un milione di persone ha atteso che la Regina si affacciasse al famoso Balcone per renderle omaggio

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com

Foto from Dailymail.com


La giornata si è conclusa con il commosso Discorso della Regina alla Nazione per la fine dei festeggiamenti per il suo Giubileo di Diamante.

       

 Tanti auguri Elisabetta: God Save the Queen!!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...